Login Form



La musica nelle aie

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Categories
    Categories Displays a list of categories from this blog.
  • Tags
    Tags Displays a list of tags that have been used in the blog.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.
  • Team Blogs
    Team Blogs Find your favorite team blogs here.
  • Login
    Login Login form
Recent blog posts

Investi nella musica per i diritti umani, in Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty!


 

Molti sono i festival cancellati negli ultimi anni; è sempre più complesso realizzare manifestazioni musicali: sponsor e istituzioni, infatti, concentrano i loro maggiori sforzi economici altrove, trascurando ciò che è fondamentale per l’anima e per il vivere civile cioè la cultura

Voci per la Libertà fino ad oggi ha resistito, stringendo i denti, modificando la formula, facendo come le brave famiglie che ben amministrano il sempre meno che hanno. Non vi nascondiamo che ormai è davvero complesso creare un evento come il nostro, vivo 365 giorni l’anno e desideroso di dare luce a bravi artisti esordienti e a temi complessi come quelli che riguardano i diritti umani.

Desideriamo mantenere il festival ad ingresso libero, com'è sempre stato per i suoi ormai 17 anni di vita, per permettere la partecipazione a tutti e continuare ad avere con noi testimonial validi. Vogliamo che questa edizione, la diciottesima, sia la più bella possibile, com'è sempre stato ogni volta che abbiamo organizzato una manifestazione e, a maggior ragione, ora, che diventiamo maggiorenni e che anche Amnesty International Italia compie 40 anni.
Per fare questo vi chiediamo una piccola mano, un impegno concreto che, assieme a quello di altri amici, ci permetterà di organizzare la fondamentale 18° edizione!

Sulla piattaforma Produzioni dal basso al link www.produzionidalbasso.com/project/voci-per-la-liberta-una-canzone-per-amnesty abbiamo messo a disposizione diverse ricompense per chi decide di investire nella musica per i diritti umani, in Voci per la Libertà: dalla amata compilation alle magliette storiche, dalla candela simbolo di Amnesty International alla partecipazione nella illustre giuria

Ci rivolgiamo al nostro pubblico, passato, presente e, speriamo!, futuro, chiedendo un sostegno economico, che intendiamo ripagare, oltre che con i beni in elenco, con una quattro giorni da favola, dal 16 al 19 luglio 2015 a Rosolina Mare (Rovigo), alla quale siete tutti invitati! 
 

 

18° Edizione Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty 
Dalla terra più giovane d’Italia si alza il canto dei diritti umani
Rosolina Mare (RO) 16-19 Luglio 2015
www.vociperlaliberta.it

Tagged in: amnesty
Hits: 1277
0

Posted by on in Collaborazioni

Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli
Circolo Arci I Bevitori Longevi
Beer Popoli

PRESENTANO

 

LA REPUBBLICA DELLA MUSICA

QUATTRO SERATE DI MUSICA, BIRRA, EDITORIA, COMMERCIO EQUO SOLIDALE, VOLONTARIATO E … TANTO, TANTO, TANTO DIVERTIMENTO

FORLIMPOPOLI

29/ 30 /31MAGGIO – 1 GIUGNO 2015

 

 

 

VENERDì 29 MAGGIO

BEER POPOLI

Forlimpopoli
Piazza Garibaldi, dalle 18:00

APERTURA STAND BIRRE ARTIGIANALI

Via del Castello
ore 21:30

MM40 in concerto

Piazza Garibaldi
Ore 22:30

20th of INNASENSE

A 20 anni dalla fondazione tornano dove sono nati…un inno alla resistenza contro il trascorrere del tempo

 

SABATO 30 MAGGIO

BUONANOTTE SUONATORI

FESTA CONCERTO DI FINE ANNO DELLA SCUOLA DI MUSICA POPOLARE DI FORLIMPOPOLI

Piazza Garibaldi, dalle 18:00

APERTURA STAND BIRRE ARTIGIANALI

 

Dalle 21:00 fino a notte fonda

BUONANOTTE SUONATORI

SALA DEL CONSIGLIO

TEATRO VERDI

TORRIONI E CAMMINAMENTI DELLA ROCCA

PIAZZA FRATTI

PIAZZA GARIBALDI

PIAZZA POMPILIO

VIA DEL CASTELLO

MAF Museo Archeologico “Tobia Aldini” di Forlimpopoli

mercatino solidale

Concerti ed esibizioni di fine anno degli allievi ed i Maestri della Scuola di Musica Popolare

con

Chitarra Ukulele Tres Flauto doppio Flauto e tamburo Organetto diatonico Bandonèon Clarinetto Saxofono Violino Tabla Darbouka Congas Bongo Djambè Timbales Canto popolare Zampogna a chiave italiana Cornamuse celtiche Ghironda Tamburello Tammorra Fisarmonica Didjeridoo Violoncello Flauti Popolari Ocarina Mandolino Mandola Bouzuki Banjo Cornamusa Bulgara Kaval Sarangi Sitar Conchiglie Canto Popolare Corsi di musica d’insieme Nyckelharpa Bodhran Sitar Arpa celtica Bombarda Cornamuse francesi, Musica balcanica, Canto rinascimentale, Flauto e Tamburo…

IN CASO DI MALTEMPO LA MANIFESTAZIONE SARÀ RINVIATA AL 31 MAGGIO

 

DOMENICA 31 MAGGIO

FRA LA VIA EMILIE E IL WEST

Piazza Garibaldi, dalle 18:00

APERTURA STAND BIRRE ARTIGIANALI

Piazza Pompilio
ORE 21:00

LA CARAMPANA

Concerto a ballo con balli staccati romagnoli ed emiliani

Via del Castello
Ore 22.00

JARRED THE CAVEMAN live

C’è un filo rosso che unisce capricciosamente le situazioni più impensabili. Che senza una logica apparente si lancia come un ponte fra le storie più diverse. Che, saltando i passaggi e spiegandosi solo alla fine, lega fra loro l’Argentina, l’Italia e l’America del folk.

 

LUNEDì 1 GIUGNO

BUONASERA BEVITORI

Piazza Garibaldi, dalle 18:00

APERTURA STAND BIRRE ARTIGIANALI

Piazza Pompilio
Ore 19:30

PHANTOM PROJECT in concerto
Concerto aperitivo in collaborazione con MASCAOBIO

Piazza Garibaldi
Ore 21:00

CABARET
ENRICO ZAMBIANCHI presenta NORBERTO MIDANI

Via del Castello
ore 22.30

GIACOMO TONI In concerto

 

 
Hits: 3330
0

Posted by on in Uncategorized

Catalogare La Musica Nelle Aie semplicemente come rassegna musicale è estremamente riduttivo.

Si tratta di una tre giorni di totale immersione di folk al quadrato, il folklore rappresentato in ogni sua forma, dal cibo, alla musica alla convivialità, incluso lo spirito di aggregazione e la sfrenata voglia di far festa e stare in allegria. Tre giorni che raggiungono il loro apice nella domenica pomeriggio, quando in un percorso di circa 5 km, disseminati nelle Aie delle case presenti, si esibiscono una ventina di gruppi, tutti con il folklore come comune denominatore. Per quanto mi riguarda La Musica nelle Aie, da diversi anni, è un appuntamento da non perdere. In questa edizione, è diventato un appuntamento fisso anche per tante altre persone, un serpentone di gente interminabile ha affollato il lungo percorso, complice la splendida giornata di sole, complice la voglia di stare all'aria aperta, oppure semplicemente ascoltare buona musica, ballando e divertendosi, fatto sta che l'affluenza è stata da record.

La particolarità di questo fest è anche nel target dei partecipanti, che è quanto mai eterogeneo: si parte dai bambini di tutte le età, per arrivare fino ai nonni passando da giovani di ogni estrazione sociale e gusti musicali, mi rallegra sempre vedere in una stessa rassegna ragazzi con magliette che vanno dai Motorhead ai Ramones, ai Rancid, passando per i Modena City Ramblers, finendo con gliStato Sociale. Forse è proprio questo il segreto, La Musica Nelle Aie è un festival in grado di mettere daccordo tutti. La chermesse è stata vinta dai Swingari che si sono aggiudicati il premio della critica e il premio Musica nelle Aie, un quartetto di musicisti con la 'emme' maiuscola che con clarinetto, chitarra, contrabbasso e batteria hanno sfoggiato una tecnica sopraffina fuori dal comune.

Gli Obelisco Nero, invece, si sono aggiudicati il premio dato dal pubblico, una folle band di musicisti altrettanto bravi in grado di giocare con le note e far divertire tutti con il loro atteggiamento scanzonato, irriverente e goliardico, non a caso la classifica delle giuria vede gli Swingari al primo posto al secondo gli Obelisco Nero, mentre la classifica dei votanti del pubblico vede al primo posto gli Obelisco Nero al secondi i Swingari, penso sia la prima volta che ciò accada. In conclusione: ci si può permettere il lusso di perdere l'annuale appuntamento con il buon cibo, la buona musica e l'allegria? Credo proprio di no.


Articolo di: Alberto Naldini

Hits: 1397
0

Posted by on in Collaborazioni

La Musica Libera. Libera la Musica

Sesta edizione del Concorso

 b2ap3_thumbnail_banner_HP_concorso2015.jpg

Al via la VI edizione del concorso La Musica Libera. Libera la Musica, dedicato agli artisti emergenti dell'Emilia-Romagna. Tante le novità messe in campo quest'anno: un'inedita collaborazione con Libera Emilia-Romagna e con il festival Politicamente Scorretto introduce una sezione dedicata al tema della legalità. Si aggiunge tra i partner anche Arci Emilia-Romagna per la nuova sezione Hip hop.

I partecipanti avranno inoltre la possibilità di iscrivere al contest ben due brani (uno per la sezione di genere e uno per quella dedicata al tema della legalità) per raddoppiare le possibilità di aggiudicarsi uno dei premi in palio.

Le iscrizioni sono aperte dal 9 maggio al 16 settembre 2015 esclusivamente via internet sul portale www.magazzini-sonori.it. Le categorie in gara sono le seguenti:

  1. Pop
  2. Rock
  3. Jazz
  4. Soul R&B
  5. Folk
  6. Hip hop
  7. Musica libera (per la legalità) - novità 2015: ogni partecipante può iscriversi anche alla sezione Musica libera (per la legalità), rappresentata dal logo "Free Music! No mafia!", con un brano di qualsiasi genere musicale ma che abbia un testo attinente al tema.

L'iscrizione è gratuita e aperta a tutti i musicisti emergenti non professionisti, nati, residenti o domiciliati in Emilia-Romagna che presentino produzioni originali. I brani in gara verranno sottoposti al voto on-line del pubblico del web e al vaglio di una giuria specializzata, incaricata di nominare un primo classificato per ognuna delle sette categorie.

Ai 7 vincitori spetterà un premio in denaro dell'importo di almeno € 1000 e la possibilità di esibirsi su alcuni dei palchi più prestigiosi della nostra Regione.

Il culmine di questa edizione sarà la serata finale Free Music! No mafia! dedicata al tema della legalità, che vedrà ospiti alcuni testimonial, artisti e protagonisti della lotta alla mafia. In questa occasione verrà anche premiato il vincitore della sezione Musica libera (per la legalità).

Tutte le informazioni e le modalità di iscrizione sul Regolamento completo del concorso.

La VI edizione del contest La Musica Libera. Libera la Musica è indetta dall'Assessorato alla Cultura, Politiche giovanili e Politiche per la legalità della Regione Emilia-Romagna e dall'Agenzia Informazione e Comunicazione della Giunta regionale, attraverso i suoi portali musicali Magazzini Sonori e RadioEmiliaRomagna, ed è organizzata in collaborazione con il Meeting delle Etichette indipendenti (MEI), il Porretta Soul Festival, Musica nelle Aie-Castel Raniero Folk Festival, La Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli, Centro Musica di Modena, Crossroads: jazz e altro in Emilia-Romagna, Estragon, Arci Emilia-Romagna, Libera Emilia-Romagna, Politicamente scorretto, Lepida Spa e Radio Bruno.

 

 

 

 

Hits: 2002
0

Posted by on in Uncategorized
Musica nelle Aie
di Francesco Pizzinelli
 
Dopo anni di report diventa difficile scrivere qualcosa di nuovo su “La Musica nelle Aie”, il festival folk più famoso della Romagna: quattro giorni di piadina, salsiccia e musica, come nella migliore tradizione delle sagre paesane di queste parti, con la ciliegina sulla torta rappresentata dal concorso per folk-band, “spalmate” qua e là lungo un inebriante percorso di circa tre chilometri immerso nelle prime colline romagnole: a voler fare le pulci c’è da dire che quest’anno il livello generale delle band non è stato propriamente altissimo e raramente il mio voto ha superato il 7 scarso: nessun tuffo al cuore quindi, come quello dell’anno scorso per i mitici Cantagiro Barattoli, presenti anche a questo giro ma fuori concorso e inseriti all’inizio del tragitto. Inoltre, come spesso accade, capita di imbattersi in band “fuori contesto”, magari venute armate di chitarre elettriche e batterie, insomma lontane dallo spirito della festa. 
Per la cronaca vincono a mani basse gli Swingari e il loro pirotecnico clarinettista (da Reggio Emilia), capaci di mescolare swing e klezmer, rinverdendo anche alcuni classici (da lacrima l’omaggio a Henghel Gualdi), mentre ai fanesi Obelisco Nero va il premio del pubblico. E a proposito di pubblico: ogni anno è sempre di più, tanto che forse sarebbe opportuno proporre qualche modifica alla formula originaria, che forse era stata ideata per ospitare un pubblico più esiguo; insomma, è come se oggi i Blur continuassero ad esibirsi, incuranti della calca, nei pub inglesi che ne videro gli esordi.
 
Hits: 1342
0

Posted by on in Uncategorized
LI UCCI FESTIVAL Cutrofiano (Le) – MEI Faenza (Ra) – SCUOLA di MUSICA POPOLARE Forlimpopoli (Fc) presentano
 b2ap3_thumbnail_unnamed.jpgUCCIFOLKONTEST
(contest Folk e World)
 
Termine ultimo d’iscrizione 20 Maggio 2015
TERMINE D’ISCRIZIONE PROROGATO AL 1 GIUGNO
 
 
BANDO DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO MUSICALE
 
 
Il concorso musicale UCCIFOLKONTEST nasce da un’idea dell’Ass.ne Cult. Sud Ethnic di Cutrofiano (Le) e dal direttore Artistico Antonio Melegari ed è dedicato alla musica folk e alla world music da Nord a Sud
 
 Sin da subito vengono coinvolte oltre a Li Ucci Festival, due importanti realtà ben consolidate sul nostro territorio nazionale: il MEI di Faenza e la Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli. L’intento è quello di unire tre importanti realtà presenti sul territorio nazionale con un contest che amalgama il tutto
 
Il concorso è aperto ad artisti italiani e gruppi musicali al cui interno militi almeno un componente di cittadinanza italiana. Possono partecipare gruppi o artisti che abbiano o non abbiano all’attivo album, anche con distribuzione nazionale commerciale, e siano o non siano tito lari di contratto
discografico (non ci sono limiti d’età)

PREMI

I migliori brani oltre ai vincitori verranno inseriti in una compilation on-line promossa dai tre festival e da AudioCoop.

1° Classificato

Esibizione Li Ucci Festival,
Esibizione Live Mei di Faenza.
Rimborso Spesa di Viaggio oltre all’ospitalità per ognuna delle esibizioni
Ricordo in Terracotta realizzato dai maestri figuli di Cutrofiano (Le).
Ricordo in Ceramica realizzato dai maestri figuli di Faenza (Ra).

2° Classificato

Esibizione Li Ucci Festival,
Rimborso Spesa di Viaggio oltre all’ospitalità
Ricordo in Ceramica realizzato dai maestri figuli di Cutrofiano (Le).

 

PremioSpeciale per i primi 30 anni della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli

Esibizione al XXI Festival della Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli,
Rimborso Spesa di Viaggio oltre all’ospitalità

Per i brani inediti verrà segnalato inoltre:

Miglior Testo

Miglior Arrangiamento

 

Scarica qui la scheda di iscrizione:

SCHEDA DI ISCRIZIONE

 
Hits: 1320
0

Posted by on in La Festa
Premio del Pubblico             Premio della Critica             Premio Musica nelle Aie
 
OBELISCO NERO                       SWINGARI                                   SWINGARI
Swingari                                        Obelisco Nero                               Obelisco Nero
Sunburst                                       Progetto Migala                            Contrada Lamierone
Riky Anelli                                    Contrada Lamierone                    Progetto Migala
La Nuova Brigata Pretol.            Shardafrica                                    Organicanto
Contrada Lamierone                  Init Labor                                        Suonapoli
Organicanto                                 Organicanto                                   La Nuova Brigata Pretol.
Suonapoli                                     Pneumatica Emil. Romag.            Riky Anelli
Progetto Migala                          Suonapoli                                        Shardafrica
Terza Classe                                 Trio Insolito                                    Pneumatica Emil. Romag.
Sottalpalco                                   La Nuova Brigata Pretol.             Sunburst
Shardafrica                                  Viale Lizzadro, Civico M.              Init Labor 
Pneumatica Emil. Romag.        Al Bal Folk                                      Terza Classe
L'Aquavite                                   Quei de Rsciugni                            Trio Insolito
Al Bal Folk                                    Riky Anelli                                       Sottalpalco
Daushasha                                   Sottalpalco                                      Al Bal Folk
Init Labor                                     Daushasha                                       Daushasha
Quei de Rsciugni                        Terza Classe                                     Quei de Rsciugni
Trio Insolito                                 Sunburst                                         Viale Lizzadro, Civico M.
Viale Lizzadro, Civico M.            L'Aquavite                                      L'Aquavite              
 
Hanno fatto parte della giuria "Premio della Critica":
Donatella Antonellini (musicista folk), Mario Baldini (Primola), Marco Bartolini (SMP Forlimpopoli), Gianni Gozzoli (Radio Sonora), Michele Lionello (Voci per la Libertà),Andrea Martini (Imola in Musica),Alberto Naldini (SaltinAria), Francesco Pizzinelli (laScena), Federico Savini (Setteserequi)
 
Hanno votato per il "Premio del Pubblico" in 505
Hits: 1950
0

Posted by on in La Festa

Noi ve lo avevamo detto con lo slogan di quest'anno

"è tempo di muoversi e di muoversi a tempo"

bello che a vincere Musica nelle Aie 2015 siano stati gli SWINGARI
con il loro Klezmer-Swing tutto da ballare
 
b2ap3_thumbnail_foto-swingari.JPG
 
 
Premio del Pubblico a
OBELISCO NERO - Fano PU
Est, Ovest, Nord, Sud sono ugualmente rappresentati da Obelisco Nero in un trascinante turbinio di note con alternanza di follia e riflessione
 
Premio della Critica a 
SWINGARI - Reggio Emilia RE 
Swingari è una band composta da quattro musicisti il cui progetto è presentare e unire lo Swing e il Klezmer attraverso un'interpretazione che dosa tradizione e freschezza dei due generi musicali
 
 
Crediamo sia interessante far notare che anche quest'anno, perché non è certamente la prima volta che capita a Musica nelle Aie, tra Critica e Pubblico c'è stato un parere unanime
in quanto i vincitori dei due premi si sono classificati nei rispettivi casi o 1° o al 2° posto,
(gli Swingari hanno vinto il Premio Musica nelle Aie 2015 in base al regolamento del concorso).
 
 
Hits: 1736
0

Posted by on in La Festa
 
 
Castel Raniero si trova sulle primissime colline attorno a Faenza in direzione Brisighella.
Non è servito da mezzi pubblici quindi l'unica maniera per arrivare è: a piedi, in bici, in moto, in automobile.
 
Soltanto la domenica durante la chiusura al traffico saranno a disposizione delle navette
 
DALLE ORE 13.30 ALLE ORE 18.30
CHIUSURA AD AUTO E MOTO DEL PERCORSO 'MUSICA NELLE AIE'
 
NAVETTE!!!
 
Servizio navetta gratuito e continuato dal parcheggio del Pala Cattani di Faenza a Villa Rotonda - andata e ritorno dalle 13.30 alle 18.30
 
Servizio navetta gratuito e continuato dal parcheggio del Pala Cattani al Campo Sportivo di Castel Raniero - andata e ritorno dalle 18.30 alle 00.00
 
Dalla Stazione dei Treni al parcheggio del Pala Cattani ci sono 2,5 chilometri
 
 
Per tutte le altre situazioni suggeriamo di organizzarvi facendo carpooling  e se qualcuno è disponibile ad offrire un passaggio può segnalarlo nella nostra pagina Facebook: La Musica nelle Aie
 
 
Oltre alla disponibilità del parcheggio presso il campo sportivo (area palco/stand gastronomico) e lungo via Castel Raniero (la domenica solo oltre il campo sportivo)
 
segnaliamo come possibili alternative:
 
 
il parcheggio dei Cappuccini in via Canal Grande: dista circa  4 km dall'area palco/stand gastronomico e 2,5 km dall'ingresso al percorso di domenica (tranne su via Castel Raniero è tutto su pista ciclopedonale)
 
il parcheggio del Cimitero in via Firenze: dista circa 4 km dall'area palco/stand gastronomico e 2,5 km dall'ingresso del percorso di domenica (tranne su via Castel Raniero è tutto su pista ciclopedonale)
 
il parcheggio a Errano: dista 1 km dall'area palco/stand gastronomico (attenzione! la salita è ripida)
 
 
Ricordiamo anche che è prevista un area sosta per camper e tende in via Castel Raniero a circa 800 metri dall'area palco/stand gastronomico
 
Hits: 3134
0

Posted by on in Collaborazioni

Grande novità a La Musica nelle Aie 2015 

 

b2ap3_thumbnail_DIAPO-2.jpg

 

 

#musicanelleaie2015

 

 

REGOLAMENTO CONCORSO FOTOGRAFICO AIE 2015

 

1) ORGANIZZATORI

Il concorso fotografico, alla sua prima edizione, è promosso da APS "Castel Raniero organizzatrice de La Musica nelle Aie e dalla rivista on line Il Ciô, social media partner de La Musica Nelle Aie

 

2) TEMA

Il concorso invita a raccontare, attraverso l’immagine fotografica, momenti della Musica nelle Aie 2015 che avrà luogo dal 7 al 10 maggio a Castel Raniero – Faenza.

Musica Nelle Aie è uno degli eventi musicali, culturali, di socializzazione e riscoperta del territorio più rilevanti della nostra regione e intento degli organizzatori è di porne in risalto, grazie all’aiuto del suo pubblico e all’efficacia dell’immagine fotografica, le molte facce e dimensioni, i luoghi, i volti, la socialità.

 

3) PIATTAFORME DI PARTECIPAZIONE

Le foto per essere eleggibili alla partecipazione al concorso dovranno essere pubblicate in uno dei seguenti modi:

. condivise sulla pagina fb della Musica nelle Aie con l’hashtag #musicanelleaie2015

. pubblicate su Instagram con l’hashtag #musicanelleaie2015

. pubblicate su Twitter con l’hashtag #musicanelleaie2015

 

4) MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

La partecipazione al concorso è gratuita, aperta a tutti, senza limiti d’età. Sono esclusi dalla partecipazione i membri della commissione giudicatrice e i rispettivi familiari.

 

5) MODALITA’ E TERMINI DI CONSEGNA DEL MATERIALE

Verranno prese in considerazione le immagini pubblicate entro la mezzanotte di martedì 12 maggio

 

6) PREMI

- La foto vincente verrà utilizzata come immagine ufficiale de La Musica nelle Aie fino alla prossima edizione, sarà presente nella home del sito www.musicanelleaie.it

e sui relativi Social Network collegati.

- Le prime tre fotografie riceveranno una selezione di prodotti enogastronomici della fattoria Quinzan e verranno proposte in rotazione al pubblico di Cinedream negli spazi pubblicitari riservati al Ciô con modalità e tempi da definire, delle quali gli autori verranno preventivamente informate.

- Le prime dieci foto verranno pubblicate sul sito de La Musica nelle Aie e su Il Ciô e sui relativi social network.

- Tutte le foto selezionate dalla giuria del pubblico (v. punto 8) verranno pubblicate sulle pagine Instagram de Il Ciô

 

8) VOTAZIONI DEL PUBBLICO

Verrà effettuate una prima selezione di 50 foto che verranno pubblicate sulla pagina Facebook de Il Cio su cui potranno essere votate fino al 22 maggio. Le venticinque foto con il maggior numero di apprezzamenti verranno sottoposte alla giuria del concorso che sceglierà tra esse le vincenti.

 

9) GIURIA

La giuria è composta da 5 persone. I giurati saranno indicati in base alla competenza specifica nel settore visivo o fotografico dai seguenti soggetti: APS Castel Raniero – Musica nelle Aie, L’Age d’Or, società di comunicazione e promotrice de il Ciô, la redazione de Il Ciô, la Fototeca manfrediana. Il giudizio della giuria, preso a maggioranza semplice, è insindacabile.

 

10) PRIVACY, RESPONSABILITA’ DELL’AUTORE E FACOLTA’ DI ESCLUSIONE

Ogni partecipante è responsabile del materiale da lui presentato al concorso. Pertanto si impegna ad escludere ogni responsabilità degli organizzatori del suddetto nei confronti di terzi, anche nei confronti di eventuali soggetti raffigurati nelle fotografie.

Il concorrente dovrà informare gli eventuali interessati (persone ritratte) nei casi e nei modi previsti dal D. Lg. 30 giugno 2003 n. 196,nonché procurarsi il consenso alla diffusione degli stessi. In nessun caso le immagini inviate potranno contenere dati qualificabili come sensibili.

Ogni partecipante dichiara inoltre di essere unico autore delle immagini inviate, esse sono inedite e scattate nel corso delle manifestazioni collegate a La Musica Nelle Aie 2015, che non ledono diritti di terzi e che qualora ritraggano soggetti per i quali è necessario il consenso o l’autorizzazione egli l’abbia ottenuto.

Gli organizzatori si riservano, inoltre, di escludere dal concorso e non pubblicare le foto non conformi nella forma e nel soggetto a quanto indicato nel presente bando oppure alle regole comunemente riconosciute in materia di pubblica moralità, etica e decenza.

Non saranno perciò ammesse le immagini ritenute offensive, improprie e lesive dei diritti umani e sociali.

 

11) DIRITTI D’AUTORE E UTILIZZO DEL MATERIALE IN CONCORSO

I diritti sulle fotografie rimangono di proprietà esclusiva dell’autore che le ha prodotte, il quale ne autorizza preventivamente l’utilizzo per eventi o pubblicazioni connesse al concorso stesso e per attività relative alle finalità istituzionali o promozionali de La Musica Nelle Aie senza la finalità di lucro. Ogni autore è personalmente responsabile delle opere presentate, salvo espresso divieto scritto si autorizza l'organizzazione alla riproduzione su catalogo, pubblicazioni, cd e su internet senza finalità di lucro e con citazione del nome dell'autore.

Ad ogni loro utilizzo le foto saranno accompagnate dal nome dell’autore e, ove possibile, da eventuali note esplicative indicate dallo stesso.

Si informa che i dati personali forniti dai concorrenti saranno utilizzati per le attività relative alle finalità istituzionali o promozionali de Il Ciô e de La Musica Nelle Aie secondo quanto previsto dal D.Lg. 30 giugno 2003 n. 196.

 



Hits: 1528
0

Posted by on in La Festa

 

 

 comunicato con preghiera di pubblicazione e diffusione

 

b2ap3_thumbnail_manifestomusicanelleaie2015bis-2.jpg

 

 

 

 

 

La Musica nelle Aie 2015 - il programma


è tempo di muoversi ...e di muoversi a tempo!

Il tempo di Musica nelle Aie, un tempo straordinario nel quale ci si incontra per condividere la gioia della musica, immersi nella natura, brindando alla vita.

Tante le cose previste nei 4 giorni di Festa a Castel Raniero: si comincia giovedì 7 maggio con una serata dedicata al ballo popolare e animata dall' Andrea Capezzuoli Trio (Premio della Critica a Musica nelle Aie 2014), si prosegue venerdì 8 maggio col concerto de Lassociazione, la folkrock band fondata da Gigi Cavalli Cocchi (batterista di Ligabue, CSI, ...) e che tra i suoi componenti annovera altre importanti figure della musica italiana.

Sabato 9 maggio si entra nel vivo della Festa, con due incontri culturali dedicati alla Romagna (alla sua geografia e ai suoi canti popolari), ma soprattutto il sabato pomeriggio è dedicato alla 38ªClassicissima , la podistica che raduna centinaia di appassionati pronti a cimentarsi sui saliscendi delle colline sopra Faenza. La sera l'area palco sarà dominio di Cisco e del suo "Matrimoni e Funerali Tour".

Domenica 10 maggio è la giornata clou dedicata al concorso musicale che si svolge per tutto il pomeriggio lungo il percorso ad anello noto come "Passeggiata Faentina", quest'anno sono 22 i gruppi folk provenienti da tutta Italia che ambiscono a conquistare l'approvazione di pubblico e critica per aggiudicarsi il Premio Musica nelle Aie 2015. Si finisce in bellezza col concerto dei Marmaja (i primi a vincere Musica nelle Aie nel 2003) per festeggiare insieme il 18° compleanno del festival Voci per la Libertà - una canzone per Amnesty.

Ma non è tutto qui perché durante la Festa è prevista altra musica: coi ragazzi della Scuola Don Milani di Faenza, con l'Uva Grisa, con Quinzan, con il Grande Cantagiro Barattoli. Ci sono le passeggiate nella natura alla scoperta delle erbe spontanee e delle peculiarità botaniche di Castel Raniero, C'è ovviamente tanta enogastronomia simpaticamente preparata e servita dai volontari dell'APS "Castel Raniero".

Questo il programma completo:

http://www.musicanelleaie.it/mna/index.php?option=com_content&view=article&id=13&Itemid=115

Siete invitati a condividere la vostra esperienza utilizzando gli hashtag: #musicanelleaie2015 e #Aie2015


La Musica nelle Aie
organizzazione a cura di: APS “Castel Raniero”
http://www.musicanelleaie.it
http://www.facebook.com/pages/La-Musica-nelle-Aie/113040292071147
http://twitter.com/#!/musicanelleaie
http://www.youtube.com/user/LaMusicaNelleAie#p/a
http://www.radiosonora.it/it/programmi/282-taca-bagareta#.Upp6E9LuKRM


La Musica nelle Aie - Castel Raniero in Festa
7 - 8 - 9 - 10 maggio 2015
Castel Raniero - Faenza

In collaborazione con: Comune di Faenza, Provincia di Ravenna, Feste e Sagre, GEV Faenza, MEI, Radio Sonora, Scuola di Musica Popolare di Forlimpopoli, Voci per la Libertà, Imola in Musica, Il Lavoro dei Contadini, Associazione Primola, Radio Emilia Romagna, SaltinAria, laScena, Galletti-Boston, SlowFood, Setteserequi, Blogfoolk, Fermento Etnico, il Ciô

Legge n. 196/2003 e successive integrazioni -Tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali: gli indirizzi e-mail presenti nel nostro archivio sono i mittenti di messaggi a noi pervenuti oppure provengono da richieste d’iscrizione pervenute al nostro recapito o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati in Internet, da dove sono stati prelevati. Nella eventualità che questa e-mail vi fosse giunta per errore, o per qualsiasi altra ragione desideraste non usufruire più di questo servizio, inviateci una e-mail con oggetto “cancella”.






























 

 

 

 

 

è tempo di muoversi ...e di muoversi a tempo!

Il tempo di Musica nelle Aie, un tempo straordinario nel quale ci si incontra per condividere la gioia della musica, immersi nella natura, brindando alla vita.

Tante le cose previste nei 4 giorni di Festa a Castel Raniero: si comincia giovedì 7 maggio con una serata dedicata al ballo popolare e animata dall' Andrea Capezzuoli Trio (Premio della Critica a Musica nelle Aie 2014), si prosegue venerdì 8 maggio col concerto de Lassociazione, la folkrock band fondata da Gigi Cavalli Cocchi (batterista di Ligabue, CSI, ...) e che tra i suoi componenti annovera altre importanti figure della musica italiana.

Sabato 9 maggio si entra nel vivo della Festa, con due incontri culturali dedicati alla Romagna (alla sua geografia e ai suoi canti popolari), ma soprattutto il sabato pomeriggio è dedicato alla 38ªClassicissima , la podistica che raduna centinaia di appassionati pronti a cimentarsi sui saliscendi delle colline sopra Faenza. La sera l'area palco sarà dominio di Cisco e del suo "Matrimoni e Funerali Tour".

Domenica 10 maggio è la giornata clou dedicata al concorso musicale che si svolge per tutto il pomeriggio lungo il percorso ad anello noto come "Passeggiata Faentina", quest'anno sono 22 i gruppi folk provenienti da tutta Italia che ambiscono a conquistare l'approvazione di pubblico e critica per aggiudicarsi il Premio Musica nelle Aie 2015. Si finisce in bellezza col concerto dei Marmaja (i primi a vincere Musica nelle Aie nel 2003), festeggiando insieme il 18° compleanno del festival Voci per la Libertà - una canzone per Amnesty.

Ma non è tutto qui perché durante la Festa è prevista altra musica: coi ragazzi della Scuola Don Milani di Faenza, con l'Uva Grisa, con Quinzan, con il Grande Cantagiro Barattoli. Ci sono le passeggiate nella natura alla scoperta delle erbe spontanee e delle peculiarità botaniche di Castel Raniero, C'è ovviamente tanta enogastronomia simpaticamente preparata e servita dai volontari dell'APS "Castel Raniero".

Questo il programma completo:

http://www.musicanelleaie.it/mna/index.php?option=com_content&view=article&id=13&Itemid=115

Siete invitati a condividere la vostra esperienza utilizzando gli hashtag: #musicanelleaie2015 e #Aie2015                                                           

Hits: 5886
0

Posted by on in Collaborazioni
“SCENDI GIÙ” DI MANNARINO È IL BRANO VINCITORE DEL PREMIO AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA 2015
 
 
 
“Scendi giù” del cantautore Mannarino è il brano vincitore della tredicesima edizione del Premio Amnesty International Italia, indetto nel 2003 da Amnesty International Italia e dall’associazione culturale Voci per la Libertà per premiare il migliore brano sui diritti umani pubblicato nel corso dell’anno precedente. 
 
La premiazione avrà luogo sul palco di Rosolina Mare (Rovigo) domenica 19 luglio, nel corso della serata finale della XVIII edizione di Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty, festival che inizierà il 16 luglio e proporrà anche il concorso dedicato agli emergenti, il cui bando rimane aperto fino al 15 maggio insieme a quello per il migliore cortometraggio sui diritti umani (per dettagli e aggiornamenti: www.vociperlaliberta.it).
 
Informato del premio, Alessandro Mannarino ha dichiarato:
 
“Sono davvero onorato che 'Scendi giù' abbia ricevuto questo riconoscimento. Tra le mie canzoni è una di quelle a cui tengo di più. Negli ultimi anni abbiamo assistito a molti episodi orribili di uccisioni, torture e violenze commesse da fantasmi in divisa, abbiamo ascoltato sentenze di assoluzione più violente delle botte stesse. A volte mi sono ritrovato a pensare allo Stato come a un padrone che ha paura del suo cane da guardia. Le sentenze sui fatti di Genova del 2001 e le morti di Federico Aldrovandi e Stefano Cucchi mi hanno spinto a cercare una giustizia non terrena, inutile, eterea, ma implacabile: la giustizia del pensiero, della fantasia, dell'arte.
 
Nella canzone il detenuto ucciso a botte dai secondini diventa un fantasma che porta avanti la sua vendetta, una vendetta naïf, una vendetta impossibile, solamente sognata. Ma per me, poterla sognare, è stato come poggiare bende intrise di unguento su ferite profonde, come dire 'possiamo sognarlo, possiamo cantarlo, possiamo uccidervi senza torcervi un capello, con il nostro sorriso e la nostra fantasia'.
 
Puoi fermare un corpo, puoi smembrare un movimento, ma i pensieri volano liberi, attraversano i muri e le sbarre. Quelli, i pensieri, non li puoi carcerare, non li puoi picchiare, non li puoi uccidere”.
 
Antonio Marchesi, presidente di Amnesty International Italia, ha commentato:
 
“Il testo di 'Scendi giù' non può lasciare indifferenti: è un testo duro, che mostra come a volte lo Stato rinunci a proteggere le persone di cui è responsabile, che sono affidate alla sua cura, e scelga invece di proteggere chi quelle persone ha offeso nel corpo e nell'anima, nel più totale disprezzo dei valori dello stato di diritto. La speranza è che tutto questo cambi e che, in particolare - possibilmente già prima del giorno della premiazione della canzone di Alessandro Mannarino - l'Italia si sia dotata di un reato specifico di tortura, strumento essenziale a porre fine all'impunità di chi viola i diritti umani”.
 
Il cantautore romano con il brano “Scendi giù”, tratto dal suo terzo album “Al monte”, è stato scelto da una giuria specializzata formata da Alessandra Sacchetta (RaiNews), Alessandro Besselva Averame (Rumore), Ambrosia Jole Silvia Imbornone (L’Isola che non c'era, Mescalina), Andrea Laffranchi (Corriere della sera), Antonio Marchesi (Amnesty International Italia), Carlo Bordone (Il fatto quotidiano, Rumore), Carlo Mandelli (Ansa, Il Giorno), Carlo Massarini (Rai 5), Daniele Biacchessi (Associazione Ponti di memoria), Elisa Orlandotti (Amnesty International Italia, Voci per la Libertà), Enrico Deregibus (giornalista freelance), Fabrizio Galassi (Istituto Europeo di Design, Premio Italiano Videoclip Indipendente), Federica Palladini (elle.it), Federico Guglielmi (AudioReview, Blow Up), Francesca Cheyenne (RTL 102.5), Francesca Ulivi (Mtv News), Francesco Locane (Radio città del capo), Gabriele Guerra (Freequency), Gianluca Polverari (Radio città aperta, Rockerilla), Gianmaurizio Foderaro (Radio Rai), Gianni Rufini (Amnesty International Italia), Gianni Sibilla (Rockol), Giò Alajmo (Il Gazzettino), Giordano Sangiorgi (Meeting degli Indipendenti), Giorgio Galleano (giornalista), Giulia Caterina Trucano (Rolling Stone), Giuseppe Antonelli (Radio 3), John Vignola (Radio 1), Luca Barbieri (Corriere Veneto), Marco Cavalieri (Radio Popolare Roma, Radiorock.to), Michele Lionello (Voci per la Libertà), Monica Sargentini (Corriere della sera), Paolo De Stefani (Centro diritti umani), Renzo Stefanel (Rockit), Riccardo Noury (Amnesty International Italia), Roberta Balzotti (Rai), Savino Zaba (Rai 1, Radio 2), Simone Piloni (Radio libera tutti), Valeria Rusconi (Repubblica, Espresso) e Valerio Corzani (Radio 3).  
 
Amnesty International Italia e Voci per la Libertà ringraziano gli altri nove candidati che hanno scelto, attraverso la loro musica, di dare voce e sostegno ai diritti umani: Canzoniere Grecanico Salentino con “Solo andata”, Cristiano De Andrè con “Invisibili”, Daniele Ronda con “La rivoluzione”, Fabi, Silvestri, Gazzè con “Life is sweet”, Frankie Hi Nrg con “Essere umani”, Gang con “Marenostro”, Le luci della centrale elettrica con “Le ragazze stanno bene”, Nada con “Sulle rive del fiume” e Susanna Parigi con “Venivamo tutte dal mare”. 
 
Nelle scorse edizioni il premio è stato assegnato a “Il mio nemico” di Daniele Silvestri, “Pane e coraggio” di Ivano Fossati, “Ebano” dei Modena City Ramblers, “Rwanda” di Paola Turci, “Occhiali rotti” di Samuele Bersani, “Canenero” dei Subsonica, “Lettere di soldati” di Vinicio Capossela, “Mio zio” di Carmen Consoli, “Genova brucia” di Simone Cristicchi, “Non è un film” di Fiorella Mannoia e Frankie HI-NRG, “Gerardo Nuvola ‘e povere” di Enzo Avitabile e Francesco Guccini e “Atto di forza” di Francesco e Max Gazzé. 
 
Minibio di Mannarino:
 
Tre album alle spalle: Bar della rabbia” (2008), “Supersantos” (2011) e "Al Monte" (2014), decine di migliaia di dischi venduti. Premio Gaber e Premio Siae come miglior artista emergente. Premio PIMI del MEI come miglior artista indipendente. Due partecipazioni al Concertone del Primo Maggio. In Italia concerti sempre sold out. Un tour negli Stati Uniti e in Canada (insieme a Subsonica e Negrita). Autore dell’arrangiamento della sigla di Ballarò.
 
 
 
18° Edizione Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty 
Dalla terra più giovane d’Italia si alza il canto dei diritti umani
Rosolina Mare (RO) 16-19 Luglio 2015
 
 
 
Hits: 1491
0

Posted by on in La Festa

1bimbinbici-skaramakai-1.jpg

Hits: 1164
0

Posted by on in Collaborazioni
Ai sardi Golaseca il Premio Web Social 2015. 
 
Prorogate le iscrizioni al Premio Amnesty International Italia Emergenti
 
 
 
Sono i sardi Golaseca ad aggiudicarsi il Premio Web - per la prima volta e con grande successo in versione Social - e con esso il pacchetto promozionale offerto dal Meeting delle Etichette Indipendenti e l’accesso diretto alle semi finali del concorso musicale per esordienti patrocinato da Amnesty International Italia, Voci per la Libertà, che si tiene dal 17 al 19 luglio a Rosolina Mare (Rovigo) prima dell’esibizione di importanti headliner.
 
I Golaseca sono la band che avete più votato attraverso il sito www.vociperlaliberta.it e i social del festival, YouTube e Facebook: la loro graffiante “Sud del sud” è stata la canzone più cliccata e ascoltata tra le diciassette iscritte al Premio, la sua tematica, riguardante le condizioni disumane di vita alle quali sono costretti i migranti, è quella che ha fatto più breccia nei vostri cuori (www.youtube.com/watch?v=JAc-wRMOLqQ).
 
Il gruppo, nato a Carbonia nel cagliaritano, d’altronde, ha la composizione di brani a carattere sociale nel proprio dna, essendosi da tempo fatto portavoce delle lotte combattute da chi, nell’isola, si batte contro politiche assenti o impopolari e dando voce alle urgenze collettive attraverso un originale rock folk in chiave sarda.
 
Tra gli altri 16 concorrenti al Premio Web Social 2015 e tutti i partecipanti al Premio Amnesty International Italia Emergenti verranno scelti da una apposita commissione i sette semifinalisti della 18° edizione di Voci per la Libertà.
 
A tal proposito informiamo che la chiusura del bando relativo al Premio Amnesty International Italia Emergenti è stata prorogata al 15 maggio 2015, termine ultimo entro il quale gli artisti esordienti con almeno un brano autografo sui diritti umani potranno iscriversi al concorso musicale di Amnesty International Italia.
 
Prorogata al 15 maggio anche la chiusura di 3 minuti per 30 articoli, competizione in collaborazione con DeltArte (deltarte.com) dedicata ai videomaker che si vogliono mettere in gioco dando immagini alla Dichiarazione universale dei diritti umani.
 
 
 
 
18° Edizione Voci per la Libertà – Una Canzone per Amnesty 
Dalla terra più giovane d’Italia si alza il canto dei diritti umani
Rosolina Mare (RO) 16-19 Luglio 2015
 
 
 
Hits: 1094
0

Posted by on in La Festa

classicissima_20150414-131405_1.jpg 

 

 

 

La Classicissima, gara podistica non competitiva di 11 Km, è stata la base e il punto di partenza di quello che oggi è “La Musica nelle Aie”.

Da sempre appuntamento fisso di molti faentini e podisti di tutta la Romagna, ogni anno raccoglie, il secondo fine settimana di maggio, centinaia di atleti pronti a sfidarsi nel bellissimo percorso immerso nella verde collinare che collega le località di Castel RanieroPergola e Pideura

Per molti podisti, la CLASSICISSIMA, rappresenta anche un’occasione per prepararsi alla ben più impegnativa “100 Km del Passatore”, che si svolge, come da tradizione, l’ultimo sabato di maggio.

 

 

Hits: 1955
0

Posted by on in La Festa
sabato 9 maggio a Musica nelle Aie 2015
ci saranno due interessantissimi incontri culturali dedicati alla Romagna
 
 ore 15,00  
Cristina Ghirardini (Istituto Friedrich Schurr) 
presenta il libro di Benedetto Pergoli
SAGGIO DI CANTI POPOLARI ROMAGNOLI
registrazioni originali raccolte da
Giuseppe Bellosi ed eseguite dal vivo dal gruppo
UVA GRISA diretto da Gualtiero Gori
presso VILLA ORESTINA
via Castel Raniero 32
 
Sabato 09 /05 c/o villa Orestina,avverra' l'incontro conferenza con Cristina Ghirardini,curatrice del volume "Saggio di canti popolari romagnoli" di Benedetto Pergoli,gia' pubblicato a Forli' da Bombardini nel 1894,in cui l'etnografo,ricercatore bibliotecario Pergoli, presento' per la prima volta in Romagna, una raccolta non solo di canti lirico-monostrofici, ma anche di canti narrativi, e prendendo in considerazione non solo i testi,ma anche alcune descrizioni delle modalita' d'esecuzione attraverso una decina di trascrizioni musicali realizzate da Alberto Pedrelli. Il lavoro di Pergoli e' stato punto di riferimento per tutti coloro che in seguito hanno fatto ricerche sui canti di tradizione popolare, sia orale sia usando registrazioni sonore, da qui l'idea della curatrice di allegare in questa ristampa un cd audio, contenente registrazioni dal vivo che fornissero versioni cantate perlomeno di alcuni dei testi raccolti dal Pergoli. Le registrazioni sono state messe a disposizione dalla Fondazione Casa Oriani curate e rimasterizzate da Beppe Bellosi autore di gran parte delle registrazioni stesse , tra il 1974 e il 1978 , per rendere piu' attuale il "Saggio di canti popolari romagnoli" interverra' il gruppo musicale /corale "L'uva grisa" diretto da Gualtiero Gori con esecuzioni dal vivo di alcune "Cantate" contenute nel volume.
 
 
 
ore 15,30
Maurizio Benvenuti, cartografo e poeta presenta:
LA CARTA GEOGRAFICA DELLA ROMAGNA
presso Podere LA BERTA
via Berta 13 
 
sabato 9 maggio presso la cantina LA BERTA, via Berta, 13 Brisighella ( si trova proseguendo la strada di Castel Raniero per due km oltre la chiesa), si terrà la presentazione della CARTA GEOGRAFICA DELLA ROMAGNA a cura dell’autore Maurizio Benvenuti. Cesenate, Benvenuti, è poeta (in dialetto romagnolo) e cartografo.  Nella CARTA DELLA ROMAGNA sono contenute una quantità sorprendente di informazioni e di sorprese sulla romagna e sulle caratteristiche e sull’evoluzione di questo territorio nei secoli. Appuntamento da non perdere anche per la personalità eclettica di Maurizio Benvenuti che rende piacevolissimi questi momenti.
 
Hits: 1376
0
Termine di presentazione domande prorogato al 19 aprile 
 
IMOLA IN MUSICA 2015 
BANDO MUSICISTI DI STRADA 
 
Imola in Musica, che nel 2015 giunge alla sua ventesima edizione, è una manifestazione musicale che per alcune giornate d’inizio giugno coinvolge tutti gli spazi del centro storico, con un articolato programma di concerti, esibizioni in palazzi storici, musica in strada, mostre, visite guidate ecc.  
Grazie alle molteplici forme di intrattenimento ed alla presenza di importanti nomi del panorama musicale che si sono avvicendati sulla scena imolese la manifestazione ha richiamato un pubblico sempre più ampio e diversificato (l’edizione 2014 ha avuto una partecipazione stimata sulle 90.000 presenze). 
I gruppi o i singoli musicisti interessati ad esibirsi come MUSICISTI DI STRADA ad Imola in Musica 2015, nelle giornate del 5,6,7 giugno, dovranno compilare una richiesta di partecipazione entro il 12 aprile utilizzando l’apposito modulo sul sito www.imolainmusica.it
 
Oltre alla compilazione del modulo in tutte le sue parti, sarà necessario segnalare l’indirizzo internet dove poter ascoltare brani musicali o video del musicista o del gruppo richiedente. In alternativa è possibile inviare materiale audio/video (max 2 file) all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tra le proposte pervenute, l’organizzazione sceglierà quelle ritenute maggiormente interessanti, originali e più adatte al contesto della manifestazione e della ‘strada’. Agli artisti selezionati sarà assegnata una postazione in centro storico che dovranno occupare fino alla fine della serata (eventuali cambi di orario o di luogo dovranno essere concordati con l’organizzazione). Dove necessario, l’organizzazione metterà a disposizione un attacco di corrente elettrica.  
Per la partecipazione non saranno elargiti compensi, ma sono previste le seguenti agevolazioni e possibilità:  • autorizzazione ad esibirsi “a cappello”;  • autorizzazione a distribuire proprio materiale promozionale;  • inserimento del nome dell’artista/gruppo nel programma della manifestazione (se la richiesta è pervenuta entro il 12 aprile 2015);  • agevolazioni per vitto e alloggio;  • omaggio turistico-promozionale;  • eventuale rimborso delle spese di viaggio (solo benzina e autostrada) da concordare caso per caso. 
Per ulteriori informazioni:  Servizio Attività Culturali -  Piazza Gramsci 21 – 40026 Imola (BO) -  Tel. 0542/602300; Fax 0542/602348  e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   
Hits: 1429
0

https://www.facebook.com/events/1545175292437058/1566796240274963/

Dal 10 al 12 aprile, trecento case lungo il Senio celebrano la Liberazione, nel settantesimo anniversario dalla fine della guerra.

Da Palazzuolo ad Alfonsine, una giornata di piccoli (anche microscopici) eventi che tutti insieme costruiscano una festa lunga 80 chilometri. Case che si aprono ad amici e sconosciuti, per un piatto di minestra, un concerto, un trebbo, un film, un racconto, una serata davanti al fuoco e a un bicchiere di vino.

Case che hanno la memoria di quello che successe sulla Linea Gotica 70 anni fa, e case nuove, ristrutturate, abitate da persone che vengono da altriluoghi e che magari vogliono farsi raccontare da qualcun altro cosa successe quando passò il fronte. Case vicine e lontane dal fiume, ma che al fiume sono legate anche solo idealmente.

 

 

Hits: 1187
0

Posted by on in La Festa

DOMENICA 10 MAGGIO ore 21,00

MARMAJA

b2ap3_thumbnail_FOTO-MARMAJA.jpg

La storia musicale dei Marmaja affonda le radici negli anni ottanta, anche se convenzionalmente nascono nel 1993. Il loro progressivo interesse per la musica popolare li porta già a primeggiare tra le nuove proposte nell'edizione 1994 di Arezzo Wave. Capitanati fin dagli esordi dal cantante Maurizio Zannato, con l'ingresso nel 1998 di Guido Frezzato e Cristiano Vincetti, il gruppo inizia nel 1999 la sua produzione discografica. Il primo album è intitolato In tel vento sonà e, realizzato con pochissimi mezzi, è quasi l'antologia di un canzoniere già ricco e collaudato. Dal 2000 sono sempre più presenti sui palcoscenici più disparati e insieme a The Gang e Tupamaros danno vita a un libero coordinamento di gruppi italiani: L'Unione delle tribù. Il secondo disco Il metro dell'età esce nel 2002 e li porta ad esibirsi in numerosi e importanti contesti, I loro brani cominciano ad apparire in numerose compilation. Nel 2004 incidono il loro terzo album intitolato semplicemente Marmaja. Distribuito nei negozi per l'etichetta Storie di Note, Disgraziatamente l'uscita dell'album è funestata dalla scomparsa dello storico chitarrista e compositore, Elia Mantovani. Il disco successivamente vincerà il Premio Ciampi convincendo la banda a tornare sul palcoscenico dopo mesi di silenzio. Ad agosto 2007 esce il loro quarto lavoro, completamente e gratuitamente scaricabile dal loro sito, intitolato Puntamaistra. È un disco corale cui partecipano numerosissimi ospiti, Con questo disco si chiude idealmente la porta sull'era "classica" del gruppo. Nel 2010 il trio Zannato/Frezzato/Vincetti, con una formazione rinnovata, inizia a lavorare ad una nuova serie di canzoni. Alcune di queste verranno pubblicate nel CD-demo autoprodotto 7 prima del ritorno in studio (aprile 2012) per la registrazione del primo capitolo di una saga dal titolo Al cuore Marmaja, al cuore. Come le pagine dei libri letti vede la luce nel novembre del 2013 con l'etichetta discografica Latlantide. A gennaio 2014 il loro brano Per la scossa dei tuoi baci (andavo a tre kilowattora) viene scelta come inno ufficiale della Campagna Nazionale per il Risparmio Energetico M'illumino di meno lanciata dal programma radiofonico di Rai Radio 2 Caterpillar e nel luglio dello stesso anno con Storia di qui, brano contro la tortura, si aggiudicano il Premio della Giuria Popolare alla XVII edizione del festival Voci per la Libertà a Rosolina Mare. Vincitori della 1a edizione di Musica nelle Aie nel 2003

 

http://www.marmaja.net/



Il concerto sarà l'occasione per festeggiare insieme il 18° compleanno del festival Voci per La Libertà - Una Canzone per Amnesty

(e anche il 40° anniversario di Amnesty International Italia).
Festival del quale La Musica nelle Aie si pregia di essere partner da diversi anni.

"Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty" è una manifestazione promossa dalla Sezione Italiana di Amnesty International e dall'Associazione Culturale Voci per la Libertà. Nasce nel 1998, in occasione del 50° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, con l'intento di diffonderne i principi attraverso la musica.

b2ap3_thumbnail_logo-voci-per-la-libert.jpg

 

http://www.vociperlaliberta.it/

Hits: 3759
0

Posted by on in La Festa

SABATO 9 MAGGIO ore 21,30

CISCO

"Matrimoni e Funerali Tour"

b2ap3_thumbnail_copertina-disco-Cisco.jpg

 

Febbraio ‘92, sul palco di un piccolo locale carpigiano, il Kalinka, appare un affascinante personaggio: CISCO. Qui l’artista emiliano si presenta per cantare alcuni brani irlandesi insieme a una band che non aveva mai incontrato, un collettivo di musicisti formatosi solo pochi mesi prima: i Modena City Ramblers!Un esordio che avrebbe cambiato le vite di entrambi riscrivendo un pezzo di storia della musica italiana. Con i Ramblers Cisco vende quasi un milione di copie dando vita a innumerevoli tour, eventi e concerti indimenticabili. Numeri che parlano chiaro… 1200 date nei 15 anni di una storia musicale scandita da collaborazioni incredibili, una storia di note per raccontare una vita “in viaggio”, con la valigia pronta e sempre un nuovo cielo da attraversare. Ma è sempre “verso casa” che punta il viaggio di Cisco ed è infatti tra le nebbie delle terre emiliane che nasce “LA LUNGA NOTTE”, anno 2006, il primo lavoro da solista, un album che parla di impegno sociale, del non cedere ai compromessi, della solitudine e dell’umiltà, della fatica e del dolore. Una lunga notte da cui ha preso vita un altrettanto lungo e seguitissimo tour in tutti i migliori club italiani. Con questo lavoro Cisco cambia registro, mettendo a tacere i soliti slogan di piazza e concentrandosi su valori più intimi. Nel 2008 arriva il secondo disco solista IL MULO, un manifesto di quella testardaggine di cui Cisco è sempre andato fiero, la volontà di non seguire le mode, di andare avanti per la propria strada. Ecco allora che, dopo sei album in studio negli ultimi otto , arriva il momento di incidere “DAL VIVO VOLUME I”. Un disco che riassume tutta l’attività live dell’artista dopo l’uscita dai Modena. Tra la fine del 2009 e il 2010 ecco un altro grande momento, condiviso con due transfughi dei MCR, Cottica e Rubbiani: “40 ANNI – STORIE DI RAMBLERS,INNOCENZA, ESPERIENZA”. Una retrospettiva che lancia però anche un messaggio di sfida e nuovi progetti perchè anche a 40 anni si può ricominciare… Sempre del 2010 è “FATICA DA COLTIVARE”, un’altra grande avventura di cui CISCO è particolarmente fiero! Un progetto condiviso con il coro delle Mondine di Novi, un percorso che si snoda fra i canti di lavoro e le sue canzoni scorrendo in mezzo a sentimenti di lotta, fatica, sudore e resistenza!Tutto questo per arrivare a FUORI I SECONDI, uscito il 31 gennaio 2012. Un urlo di esortazione che chiama ognuno di noi ad assumersi le proprie responsabilità, un invito a incrociare i guantoni col destino avverso e metterlo al tappeto. Una bottiglia con dentro delle storie da leggere fino in fondo per non smettere mai di crescere, imparare e capire. Senza mai darsi tregua nel 2012 Cisco da vita al tour di Indietro Popolo, un ventennio di canzoni dal Temibile Cisco ai Modena City Ramblers. Vent'anni di carriera dove ripercorre tutti i successi della sua storia. L'ultimo nato in casa Bellotti è storia di questi giorni, “Matrimoni e Funerali”   Un concept sulla vita? Definizione che potrebbe ingabbiare il nostro Cisco, semplicemente un lavoro tanto lucido quanto dissacrante su quello che incontriamo, tocchiamo e conosciamo durante la nostra esistenza, un album che viaggia più veloce di un auto senza freni, lontano dai soliti slogan, con testi che presentano una rinnovata capacità di scrittura da parte di Cisco, divertito a tirare il sasso senza nascondere la mano.

 

http://www.ciscovox.it/

 

 

 

 

 

 

 

Hits: 1704
0